MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: re di Giordania, stabilità impossibile senza pace tra israeliani e palestinesi
 
 
Strasburgo , 15 gen 16:48 - (Agenzia Nova) - Un mondo più pacifico non è possibile senza un Medio Oriente stabile, e un Medio Oriente stabile non è possibile senza pace tra palestinesi e israeliani. Lo ha detto al Parlamento europeo riunito in seduta plenaria a Strasburgo il re di Giordania, Abdullah II. "Vorrei iniziare con la ferita più profonda della nostra regione. Cosa accade se il mondo abbandona la soluzione dei due Stati per il conflitto israelo-palestinese?", ha iniziato. "Oltre 70 anni di conflitto hanno indebolito la speranza di giustizia. Oggi, i fautori dello Stato unico stanno attivamente cercando di imporre una soluzione impensabile nella regione e nel mondo, quella di uno Stato, potenziato da disuguaglianze strutturali, con i palestinesi cittadini di seconda classe. Uno Stato che non guarda al proprio vicinato, che perpetua divisioni tra popoli e fedi in tutto il mondo", ha detto. "Oggi, in tutta onestà, devo dire che il pericolo" di non riuscire ad andare avanti con la pace "è aumentato: continua la violenza, continuano gli insediamenti, continua il mancato rispetto del diritto internazionale", ha aggiunto. "Un mondo più pacifico non è possibile senza un Medio Oriente stabile. E un Medio Oriente stabile non è possibile senza pace tra palestinesi e israeliani", ha proseguito. "Cosa succede se Gerusalemme, città per me molto importante a livello personale e di significato storico per la mia famiglia, continua ad essere oggetto di disputa? Possiamo permetterci di privare i cristiani e i musulmani della spiritualità, della pace e della coesistenza simbolizzate da questa città, scendendo invece in un conflitto politico?", ha continuato accolto dall'applauso dell'Aula. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..