NICARAGUA
Mostra l'articolo per intero...
 
Nicaragua: governo annuncia rilascio altri 50 prigionieri politici (3)
 
 
Managua, 15 mar 2019 19:45 - (Agenzia Nova) - Il primo tentativo di dialogo nazionale era stato avviato il 16 maggio 2018, un mese dopo l’inizio delle proteste di piazza contro il governo di Ortega, per poi essere sospeso nel mese di luglio. Lo scorso 11 gennaio l'Organizzazione degli stati americani (Osa) ha formalmente avviato il processo che potrebbe portare alla sospensione del Nicaragua. Come richiesto dal segretario generale Almagro, l'ente panamericano ha deciso di applicare l'articolo 20 della Carta democratica interamericana, in virtù del quale gli stati membri si impegnano a verificare la "presenza di una alterazione dell'ordine costituzionale nel paese". In Nicaragua, ha sottolineato Almagro nel corso del Consiglio permanente riunito in sessione straordinaria, "non esiste separazione dei poteri". Una posizione ribadita sul proprio profilo di Twitter: "È chiaro che in Nicaragua oggi non esiste lo stato di diritto, l'uso della forza è smisurato, c'è repressione, ci sono prigionieri politici, il pluralismo è asfissiato". Immediata la risposta di Managua: la mossa dell'Osa è "illegale", ha replicato il ministro degli Esteri Denis Moncada. (segue) (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..