ISRAELE
 
Israele: leader alleanza laburisti-Meretz, possibile partecipazione a governo con partiti arabi
 
 
Gerusalemme, 17 feb 17:35 - (Agenzia Nova) - Il leader dell’alleanza israeliana formata dai laburisti e dai partiti Gesher e Meretz, Amir Peretz, non esclude l’adesione a un governo di centrosinistra sostenuto dall’esterno dalla Lista congiunta, coalizione di partiti a maggioranza araba. “Non escludiamo nessuno: né ultraortodossi né arabi”, ha affermato Peretz durante una riunione del suo blocco in parlamento. Il leader dell’Alleanza ha aggiunto: “Il nostro partito farà parte del prossimo governo, anche se sarà sostenuto dai partiti arabi. Non abbiamo motivo di escludere le popolazioni di Israele”. Le dichiarazioni di Peretz rispondono alle affermazioni del leader di Kahol Lavan, Benny Gantz, che nel fine settimana ha negato la possibilità di far entrare nella coalizione di governo la Lista congiunta dopo il voto del 2 marzo. Secondo quanto evidenzia il quotidiano israeliano “The Times of Israel”, senza il sostegno della Lista congiunta è improbabile che Gantz abbia la possibilità di aggiudicarsi la guida del governo. Il premier uscente, Benjamin Netanyahu, infatti, guida un blocco formato dal Likud e dai partiti religiosi e di destra che ha numeri superiori a quelli di Gantz. Secondo i sondaggi pubblicati da “Haaretz”, è in testa Kahol Lavan, con 35 seggi in parlamento, seguito dal Likud di Netanyahu con 33 seggi, seguito dalla Lista congiunta (13-14 seggi), laburisti-Meretz (9 seggi), shas (8 seggi), Giudaismo unito nella Torah (8 seggi), Yamina (8 seggi), Yisrael Beiteinu (7-8 seggi). Dopo le elezioni del 9 aprile e 17 settembre 2019, i premier incaricati non sono riusciti a trovare un accordo per dare vita all'esecutivo. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..