ALGERIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Algeria: rafforzata la sicurezza dopo l'attacco suicida al confine col Mali (2)
 
 
Algeri, 10 feb 13:02 - (Agenzia Nova) - Nel marzo 2015, il governo maliano ha firmato l’accordo con i ribelli di Azawad nel nord del Mali, a seguito di un'iniziativa del governo algerino, che prevede un cessate il fuoco duraturo e l'avvio di negoziati diretti con il governo di Bamako. Il movimento nazionale per la liberazione di Azawad ha lanciato all'inizio del 2012 un attacco coordinato contro l'esercito maliano nelle città di Tasalit, Ajlhuk, Menka, Gao e Timbuktu; le ostilità si sono protratte per diverse settimane prima dell'intervento dell'Esercito francese nel 2013, che ha fermato l'avanzata di questi gruppi verso Bamako. Nell'agosto 2014, la Francia ha lanciato "Operation Barkhane" nel nord del Mali, schierando 4.500 soldati francesi a sostegno della "Force du Sahel" composta dai seguenti paesi: Mali, Niger, Burkina Faso, Ciad e Mauritania. Gli sforzi di questa operazione sono concentrati sopratutto nella regione di Liptako Gourma, nel nord-est del Mali. Negli ultimi quattro anni, centinaia di terroristi che operano nella regione del Sahel si sono arresi all'esercito algerino, molti dei quali sono fuggiti dal nord del Mali. (segue) (Ala)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..