KOSOVO
 
Kosovo: comandante Gatti (Kfor Rc-West) a “Nova”, la sicurezza è base per lo sviluppo economico - video
 
 
Per visualizzare il video occorre abbonarsi.
Belo Polje, 09 feb 15:01 - (Agenzia Nova) - Il mandato della missione Kfor, in base alla risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza Onu, è quello di contribuire a mantenere la stabilità e garantire la libertà di movimento di tutte le comunità in Kosovo. Lo ha affermato il comandante del Comando regionale Ovest (Rc-West), colonnello Natale Gatti, in una dichiarazione per “Agenzia Nova” nella base Villaggio Italia di Belo Polje (municipalità di Pec). Il colonnello Gatti ha assunto il comando del Rc-West della missione Nato Kfor a inizio dicembre del 2019, nel quadro del sistema di rotazione semestrale, in qualità di comandante del 17mo reggimento artiglieria controaerei “Sforzesca” di Sabaudia (LT). A oltre 20 anni dall'inizio della presenza nel teatro operativo, ha detto, “noi garantiamo la sicurezza nel territorio, che è la base per lo sviluppo economico e per il riavvio del dialogo tra Belgrado e Pristina”. In particolare, ha sottolineato Gatti, come Rc-West “siamo una multinazionalità”, ovvero "sette paesi che contribuiscono alla sicurezza ed alla libertà di movimento in Kosovo, e cerchiamo di dare il nostro supporto per lo sviluppo ed il mantenimento della pace in questa regione”. Il contingente Kfor è costituito oggi da 3500 unità provenienti da 20 paesi Nato e da otto Stati partner. L’Italia guida il Comando regionale dell’Ovest, dove sono presenti militari di altri sei paesi: Slovenia, Turchia, Polonia, Austria, Svizzera e Moldova. Nella base villaggio Italia di Belo Polje (municipalità di Pec) sono attualmente presenti 650 militari, di cui circa 260 italiani. (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..