SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Siria, l'escalation a Idlib spinge Turchia e Russia verso un nuovo tavolo negoziale
 
 
Ankara, 13 feb 15:00 - (Agenzia Nova) - La crisi in corso a Idlib, nel nord-ovest della Siria, ha condotto a uno scontro aperto tra Damasco e Ankara, ma sta avendo importanti ripercussioni anche sui rapporti tra Turchia e Russia. Nonostante il cessate il fuoco formalmente in vigore dallo scorso 12 gennaio, nelle ultime settimane l’Esercito arabo siriano ha avviato una nuova offensiva con l’obiettivo di riconquistare l’ultimo quadrante del paese rimasto sotto il controllo dei gruppi ribelli. Le forze governative hanno conquistato prima Marrat al Numan, poi Saraqib, due città strategicamente importanti situate sull’autostrada M5, che collega la capitale Damasco ad Aleppo. Questo ha spinto la Turchia a rafforzare la propria presenza militare nell’area inviando uomini e mezzi presso i suoi punti di osservazione nel governatorato di Idlib. Il primo duro scontro tra le parti è avvenuto il 3 febbraio, quando almeno sette militari hanno perso la vita in un bombardamento delle forze governative. Ankara ha risposto prontamente colpendo obiettivi militari delle forze governative nell’area. Successivamente, la Turchia ha accusato la Russia di aver dato il proprio assenso agli attacchi nonostante fosse a conoscenza dei movimenti delle truppe turche in Siria (circostanza tuttavia negata da Mosca). (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..