CIPRO
Mostra l'articolo per intero...
 
Cipro: ambasciatore Hadjimichael a “Nova”, esercitazioni non puntano a militarizzare area
 
 
Roma, 13 dic 2019 12:01 - (Agenzia Nova) - Le esercitazioni militari tra Cipro, Francia e Italia e la presenza della fregata italiana Federico Martinengo nelle acque cipriote non costituiscono una volontà di “militarizzare” l’area del Mediterraneo orientale, ma rientrano nell’ambito dei programmi di cooperazione regionali già avviati. E’ quanto afferma l’ambasciatore cipriota a Roma, Minas A. Hadjimichael, in un’intervista concessa ad “Agenzia Nova” in relazione agli ultimi sviluppi legati alla situazione nel Mediterraneo orientale. Il memorandum d’intesa firmato lo scorso 27 novembre dalla Turchia e dal Governo di accordo nazionale libico (Gna) sulla demarcazione dei confini marittimi ha generato forti reazioni non solo dalle autorità di Cipro, Grecia ed Egitto ma anche dall’Unione europea e dalla stessa Italia per voce del ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Le esercitazioni militari navali congiunte non sono dirette contro nessun paese e siamo certamente contrari a qualsiasi militarizzazione della regione”, ha spiegato il diplomatico cipriota. “Allo stesso tempo, l'arrivo della Martinengo al porto di Larnaca (lo scorso 10 dicembre) e le esercitazioni navali congiunte riflettono le eccellenti relazioni esistenti tra i nostri paesi, anche nel campo della cooperazione militare, che denotano anche l'interesse speciale dell'Italia per il Mediterraneo orientale”, ha sottolineato il capo della missione diplomatica. (segue) (Gad)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..