SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sudan: Human Rights Watch, autorità di Khartum pronte a collaborare per consegna Bashir a Cpi (3)
 
 
Khartum, 13 feb 09:52 - (Agenzia Nova) - Dopo l’annuncio del governo, le Forze per la libertà e il cambiamento (Fcc, la coalizione espressione della società civile in seno al Consiglio sovrano) si sono limitate a dichiarare di non avere obiezioni all’estradizione di Bashir – di cui non si conoscono peraltro né i modi né i tempi in cui avverrà – tuttavia è il silenzio della componente militare a destare al momento le maggiori perplessità sul fatto che la consegna dell’ex presidente sudanese possa avvenire effettivamente. Che l’estradizione di Bashir – sul quale dal 2009 pende un mandato di arresto internazionale per genocidio, crimini di guerra e contro l’umanità nell’ambito del conflitto nel Darfur – non sia un fatto così scontato, del resto, è chiaro dal momento che è tangibile la preoccupazione degli alti ambienti militari di essere anch'essi coinvolti in un eventuale processo per crimini contro l'umanità, il che rischierebbe a sua volta di portare a una nuova instabilità nel paese, peraltro in un momento estremamente delicato nel quale Khartum sta avviando un assai fragile processo di transizione. L’estradizione di Bashir era stata finora sempre respinta dal Consiglio sovrano e dal suo leader Abdel Fattah al Burhan, che aveva più volte ribadito come questa fosse subordinata alla conclusione dei procedimenti giudiziari nei confronti dell’ex capo di Stato, a processo in Sudan per corruzione e condannato nel dicembre scorso a due anni di reclusione. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..