SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sudan: Khartum risarcirà famiglie vittime attacco a cacciatorpediniere Uss Cole (2)
 
 
Khartum, 13 feb 12:34 - (Agenzia Nova) - Lo scorso 14 gennaio la stessa Corte ha rifiutato di accogliere la richiesta del Sudan di non pagare i 3,8 miliardi di dollari in danni ai familiari delle persone uccise o ferite negli attentati del 1998 alle ambasciate statunitensi in Kenya e in Tanzania, di cui Khartum è stato considerato complice. La decisione ha respinto così l'appello presentato dal Sudan contro una sentenza della Corte federale d'appello che chiedeva il risarcimento dei danni alle famiglie delle vittime degli attentati e a tutti i cittadini non statunitensi che chiedevano un risarcimento per il disagio emotivo subito a causa degli attacchi. Questi danni sono solo una parte dei 10,2 miliardi di dollari di risarcimenti che un giudice federale ha concesso alle centinaia di persone che avevano intentato diverse cause a partire dal 2001. La Corte si è tuttavia detta pronta a considerare un'offerta separata del Sudan per evitare il pagamento di circa 4,3 miliardi di dollari e si pronuncerà nuovamente il prossimo 24 febbraio. Il tutto rientra nell'ambito dei negoziati in corso con Washington per ottenere la revoca definitiva delle sanzioni Usa. In questo senso, è notizia dello scorso 2 febbraio che il capo del Consiglio sovrano di transizione al Burhan ha ricevuto un invito a visitare Washington nel prossimo futuro, come riferito dall’agenzia di stampa statale sudanese “Suna”, secondo cui l’invito ufficiale è stato esteso dal segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, nel corso di una telefonata con Burhan. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..