AMBIENTE
 
Ambiente: Flc Cgil Roma Lazio, no all'Eni nelle scuole, contrari ad accordo con associazione presidi
 
 
Roma, 28 gen 17:44 - (Agenzia Nova) - La Flc Cgil di Roma e Lazio esprime, in una nota, "contrarietà" per l'accordo ratificato tra l'Eni e l'associazione nazionale presidi per "un programma congiunto di incontri sui temi della sostenibilità ambientale dedicato alle scuole italiane” per affiancare le scuole e formare i docenti sulla crisi climatica". Flc Cgil di Roma e del Lazio, spiega nel comunicato, ritiene che "un’azienda multinazionale come Eni, responsabile con le altre dei cambiamenti climatici e della contaminazione del pianeta attraverso l'estrazione senza limiti dei combustibili fossili, non possa formare docenti sulla sostenibilità ambientale la riconversione ecologica e sulla crisi climatica in atto". "Riteniamo un passo positivo che dal prossimo anno gli studi sui cambiamenti climatici siano obbligatori, ma crediamo alquanto grave che soggetti come Eni siano chiamati in causa per svolgere questo compito. La riconversione ecologica, la crisi climatica e la sostenibilità ambientale sono argomenti seri su cui da anni scienziate/i, attiviste/i lavorano e lottano per una giustizia climatica e sociale". Flc Cgil Roma e Lazio "prende le distanze ed esprimere la contrarietà a questo progetto. Le scuole come le università e gli enti di ricerca in sinergia, devono essere elementi motori per la creazione di una coscienza diffusa su questi temi e la scuola è il primo tassello di questo mosaico". (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..