ENERGIA
 
Energia: Mozambico, Eni avvierà oggi test su piattaforma Gnl di Coral Sud
 
 
Maputo, 14 gen 10:02 - (Agenzia Nova) - La compagnia petrolifera italiana Eni avvierà oggi il suo primo test dell'acqua da una piattaforma galleggiante che produrrà gas naturale liquefatto (Gnl) nell’ambito del progetto Coral Sud, nell’area 4 del bacino di Rovuma, nel nord del Mozambico. Lo riferisce il quotidiano mozambicano “O Pais”. “Siamo tutti molto felici per questo traguardo. Questa è la prima volta che la nave galleggerà”, ha dichiarato Luca Fraccenda, costruttore della piattaforma. La piattaforma, assemblata in Corea del Sud, sarà rimorchiata fino alla provincia di Cabo Delgado – dove si trova il giacimento – non prima della fine del 2021. Una volta arrivata nel paese, la piattaforma sarà incorporata in pozzi che sono stati aperti nel settembre scorso nelle acque profonde del bacino di Rovuma per l'estrazione di gas naturale. Il progetto dovrebbe produrre 3,4 milioni di tonnellate all'anno. “Inizieremo la produzione nel 2022, ma sicuramente la capacità di picco di 3,4 milioni di tonnellate all'anno verrà raggiunta gradualmente, non immediatamente. Prevediamo che ci sarà un aumento a partire dal 2022”, ha dichiarato Fraccenda.

Dopo il test sulla piattaforma – lunga circa 430 metri, larga 66 metri e alta 42 metri – le operazioni necessarie per avviare la produzione di gas naturale inizieranno nel 2022. Sopra la piattaforma sarà allestito un complesso residenziale che ospiterà fino a 350 persone, oltre a uffici e aree ricreative. La produzione di gas naturale nel bacino di Rovuma dovrebbe iniziare nel 2022 e il progetto dovrebbe arrivare a produrre 3,4 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto all'anno. Nel bacino di Rovuma Eni è presente tramite la joint venture Mozambique Rovuma Venture (Mrv) – formata dalla statunitense ExxonMobil, dalla cinese China National Petroleum Corporation (Cnpc), dalla mozambicana Empresa Nacional de Hidrocarbonetos (Enh), dalla portoghese Galp e da Korea Gas Corporation (Kogas) – che lo scorso 8 ottobre ha firmato la decisione di investimento iniziale per un progetto di gas naturale liquefatto. Eni è presente in Mozambico dal 2006 a seguito dell'acquisizione di una partecipazione nel permesso petrolifero di Area 4, nel bacino del Rovuma, dove dal 2011 al 2014 sono state scoperte risorse supergiant di gas naturale nei giacimenti di Coral, Mamba Complex e Agulha, stimate in 2.400 miliardi di metri cubi di gas in posto. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..