MEDIO ORIENTE
 
Medio Oriente: esperto Khalfa a "Nova", piano Trump dimostra volontà di risolvere conflitto israelo-palestinese
 
 
Roma , 28 gen 19:37 - (Agenzia Nova) - Il piano di pace per il Medio Oriente, presentato oggi dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, è “pragmatico e dimostra la volontà di Washington di risolvere il conflitto israelo-palestinese, alla luce di una mutata demografia”. Lo ha detto ad “Agenzia Nova” David Khalfa, ricercatore associato presso l’Institut prospective et Sécurité en Europe (Ipse), specializzato in Medio Oriente. Il piano illustrato oggi contiene un elemento “sorprendente”, ha spiegato l’esperto, perché “afferma in modo univoco la necessità di una soluzione a due Stati”, mentre nel 2016 all’inizio del mandato Trump “aveva indicato la soluzione a due Stati come una soluzione tra le altre”. Un altro aspetto sorprendente indicato da Khalfa è che il futuro Stato palestinese deve essere “contiguo e su una base territoriale fattibile”. Il piano prevede, ha proseguito l’esperto, l’assegnazione dell’80 per cento dei territori della Cisgiordania ai palestinesi e il 20 per cento agli israeliani. Questa distribuzione di sovranità “con ogni probabilità non sarà accettata dall’estrema destra israeliana che parla di annessione” di parti della Cisgiordania, ha proseguito. Khalfa ha spiegato che la presenza di alcuni rappresentati dei paesi del Golfo alla conferenza testimonia la volontà di risolvere il conflitto e ha sottolineato positivamente il riconoscimento dello status quo sui luoghi santi. Per quanto riguarda la leadership palestinese, che avrà quattro anni per esaminare il piano, si pone un “dilemma” ha sottolineato Khalfa. Infatti, “accettando il piano, la leadership palestinese sarà accusata di tradimento della causa palestinese, invece rifiutandolo verrà accusata di nazionalismo”, ha concluso Khalfa. (Mom)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..