SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: con procedura fallimentare McDermott cede il controllo ai finanziatori
 
 
Washington, 23 gen 14:00 - (Agenzia Nova) - La compagnia McDermott international che si occupa di ingegneria, approvvigionamento, fabbricazione ed installazione di piattaforme petrolifere in tutto il mondo, ha indicato la sua intenzione di riemergere dalla bancarotta nei prossimi mesi con una nuova proprietà ed un piano di risanamento che restituisce in maniera minima gli obbligazionisti e cancella gli attuali azionisti. Lo riferisce il "Wall Street Journal", precisando che l'amministratore delegato David Dickson ha dichiarato ieri che il fallimento di McDermott è stata causato da perdite impreviste legate ad importanti progetti di ingegneria energetica ereditati dalla sua acquisizione, nel 2018, della compagnia Chicago Bridge & Iron. In tribunale Dickson ha affermato che i problemi associati a due di questi i progetti, gli impianti di esportazione di gas naturale liquefatto a Hackberry, (Los Angeles) e Freeport, (Texas), sono stati casi isolati che non si ripeteranno. Secondo i documenti depositati presso la Corte fallimentare degli Stati Uniti a Houston, al capitolo 11 del piano proposto, circa 4,6 miliardi di dollari di debito verrebbero scambiati con azioni, dando ai creditori esistenti circa il 94 per cento della società riorganizzata, mentre gli obbligazionisti riceverebbero circa il 6 per cento del fallimento di McDermott. Hps investment partners, Baupost group e Octagon credit investors sono tra i maggiori finanziatori del debito garantito di 3,3 miliardi di dollari di McDermott e sono ora pronti a controllare la società dopo la ristrutturazione. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..