IRAQ
 
Iraq: ayatollah Sistani, troppi ritardi in formazione governo
 
 
Baghdad, 24 gen 14:25 - (Agenzia Nova) - La formazione del nuovo governo in Iraq sta accumulando troppi ritardi. Lo chiarisce l’ayatollah Ali al Sistani, massima autorità dell’Islam sciita iracheno, in un sermone pronunciato oggi a Karbala dal suo rappresentante Ahmed al Safi. “L’autorità religiosa afferma la necessità di rispettare la sovranità dell’Iraq e l’indipendenza delle sue istituzioni politiche e della sua integrità territoriale, respingendo categoricamente qualunque minaccia a tali principi. I cittadini hanno la piena di libertà di esprimere pacificamente le proprie idee e chiedere quel che reputano necessario per mantenere il paese lontano da dettami e interferenze esterne”, osserva Sistani. Il quale, ancora, ribadisce la “necessità di attuare riforme reali che il popolo da lungo chiede”: in questo senso, “ogni ritardo non farà altro che causare ulteriori sofferenze ai cittadini e prolungare l’instabilità politica del paese”. La formazione di un nuovo governo, riconosce Sistani, è un processo “lungo”, che richiede un impegno da parte delle forze politiche ad accordarsi sulla base delle riforme richieste dai cittadini. Per questo, secondo l’ayatollah, i partiti iracheni “devono essere consapevoli dei pericoli che circondano il paese in un periodo molto difficile” e devono “unire le proprie posizioni su molte questioni prendendo in massima considerazione l’interesse presente e futuro del popolo iracheno”. Al momento le forze politiche irachene non sono riuscite a raggiungere un’intesa sul nome del successore del premier Adel Abdul Mahdi, dimessosi nel novembre scorso sulla scia delle proteste che da ottobre paralizzano il paese.
(Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..