SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Iraq-Usa, presidente Salih incontra Trump a Davos nonostante minacce milizie sciite
 
 
Baghdad, 22 gen 15:45 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Repubblica dell’Iraq, Barham Salih, ha incontrato l’omologo statunitense, Donald Trump, a margine del Forum economico mondiale in corso nella località svizzera di Davos, nonostante le minacce lanciate dalle milizie sciite. L’incontro è il primo tra Salih e Trump dopo l’uccisione del comandante della Forza Quds dei Guardiani della rivoluzione iraniana, Qasem Soleimani, e del vicepresidente delle Unità della mobilitazione popolare (Pmu), Abu Mahdi al Muhandis, in un raid Usa avvenuto lo scorso 3 gennaio nei pressi dell’aeroporto di Baghdad. Secondo quanto riferito in una nota dalla presidenza irachena, nell’incontro con Trump Salih ha sottolineato la necessità di intensificare gli sforzi internazionali per ristabilire la sicurezza in Iraq e nella regione del Medio Oriente. Il presidente iracheno ha aggiunto che “l'Iraq è desideroso di stabilire relazioni equilibrate con tutti gli amici e gli alleati per rafforzare la sovranità del paese e il rispetto le decisioni indipendenti prese dal paese negli interessi del popolo iracheno e non per consentire all'Iraq di trasformarsi in un campo di battaglia per regolare i conti”. Da parte sua Trump ha rinnovato il sostegno degli Usa alla stabilità dell'Iraq e l’entusiasmo nel rafforzare le relazioni comuni e nell'ampliare il volume della cooperazione tra Iraq e Stati Uniti al servizio degli interessi dei due popoli, valorizzando il ruolo dell'Iraq nella regione. Durante l'incontro è stata inoltre discussa la presenza delle forze straniere in territorio iracheno, in particolare dopo l’approvazione da parte della Camera dei rappresentanti di una risoluzione che impegna il governo a espellere tutti i militari stranieri dal territorio nazionale. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..