SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Libia, Ong, arrivati circa 2.600 mercenari siriani, altri 1.790 in Turchia per addestramento
 
 
Londra, 22 gen 15:00 - (Agenzia Nova) - Sarebbe salito a 2.600 il numero di mercenari siriani inviati in Libia dalla Turchia per sostenere il Governo di accordo nazionale libico (Gna) presieduto da Fayez al Sarraj. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Sohr), un'Ong con sede a Londra che si avvale di una rete di attivisti sul campo per documentare gli avvenimenti del conflitto siriano. Altri 1.790 uomini armati, prosegue Sohr, sarebbero invece arrivati in Turchia dalla Siria per seguire corsi di formazione e addestramento militare. Le forze turche stanno conducendo attività di reclutamento in varie zone della regione di Afrin, nel nordovest della Siria, controllate dalle milizie siriane filo-turche. Sarebbero invece 28 i mercenari siriani che finora hanno perso la vita in Libia, durante gli scontri con le forze dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) fedele al generale Khalifa Haftar. Stando a quanto riferito dagli attivisti di Sohr, l'obiettivo della Turchia è di mobilitare un numero complessivo di 6.000 volontari siriani da inviare in Libia. Il capo del Gna, Al Sarraj, non ha smentito che mercenari siriani stiano combattendo con le sue forze nelle battaglie contro l'Esercito Lna. Al contrario, il premier libico ha sottolineato il diritto di Tripoli ad allearsi "con qualsiasi parte, qualunque essa sia, al fine di difenderci". Una campagna militare è stata lanciata ad aprile 2019 dall'Lna nel tentativo di conquistare la capitale libica. La tregua annunciata domenica 12 gennaio 2020 continua a scricchiolare, nonostante la dichiarazione finale della conferenza di Berlino, tenutasi domenica 19, sottolinei la necessità di un cessate il fuoco permanente. Le forze dell'Lna e del Gna hanno ripreso le ostilità e Yusuf al Amin, comandante dell'asse di Ain Zara (quartiere sud di Tripoli) delle forze fedeli a Sarraj, ha dichiarato ieri mattina ai media locali che le sue forze "hanno risposto a un tentativo di avanzata" dell’Lna su più direttrici nella capitale. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..