CROAZIA
 
Croazia: assemblea creditori impone liquidazione per società cantieri navali Uljanik
 
 
Zagabria, 22 gen 15:04 - (Agenzia Nova) - L'assemblea dei creditori del gruppo croato Uljanik, società per azioni che gestisce i cantieri navali di Pola (Pula) e Fiume (Rijeka), ha sancito oggi davanti al Tribunale commerciale di Pazin che non sussistono le condizioni per il proseguimento dell'operato della struttura. Secondo quanto riferisce l'emittente "N1", i creditori hanno in questo modo sancito la liquidazione della società. Il direttore fallimentare Marija Ruzic ha evidenziato che il gruppo "non fattura" e che "non è atteso che inizi a fatturare". I debiti ammontano attualmente a 650 milioni di euro, mentre il valore delle proprietà è pari a 240 milioni di euro, motivo per cui la stesura di un piano fallimentare non è possibile.

Il Tribunale commerciale di Pazin ha imposto nel mese di maggio dello scorso anno la procedura fallimentare nei confronti della società per azioni croata Uljanik, secondo quanto riferito dal'emittente "N1". Il gruppo detiene il 100 per cento delle azioni di 11 compagnie ed è azionista maggioritario del cantiere navale 3 maggio di Fiume (Rijeka), nonché dell'omonimo cantiere navale di Pola (Pula). Lo stesso tribunale ha disposto in precedenza la procedura fallimentare nei confronti della struttura di Pola, i cui 1.118 operai saranno licenziati. I rappresentanti del direttivo di Uljanik hanno riferito nel corso dell'udienza di "non avere ancora risposte da possibili investitori cinesi (contrariamente a quanto annunciato dall'esecutivo di Zagabria)", motivo per cui il giudice Ivan Dujic ha disposto il fallimento. Il presidente del direttivo di Uljanik Sandi Bozac ha detto che "il conto della struttura è bloccato ininterrottamente da 231 giorni". (Zac)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..