SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Siria, delegazione Russia all'Onu presenta prove falsificazione presunto attacco chimico a Duma
 
 
Mosca, 21 gen 15:45 - (Agenzia Nova) - La Russia ha presentato prove di falsificazione dell'uso di armi chimiche nel presunto attacco chimico di Duma del 7 aprile 2018 durante la riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sul rapporto dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) sui risultati dell'indagine. All'incontro ha preso parte il direttore della Fondazione per gli studi democratici, Masim Grigoriev, il quale ha affermato che i rappresentanti della Ong sono stati in Siria numerose volte e hanno intervistato diverse centinaia di testimoni oculari, tra le quali dipendenti dell'ospedale di Duma. "Abbiamo anche intervistato dieci residenti dell'edificio di Duma dove sono stati trovati corpi, 300 residenti nel raggio di un chilometro dall'edificio. Le testimonianze sono prove indiscutibili che l'attacco chimico alla Duma è stato falsificato", ha detto Grigoriev, secondo quanto riferito dall'agenzia "Ria Novosti". Ai membri del Consiglio di sicurezza è stato anche mostrato un video messaggio dell'ex membro della missione Opac, Ian Henderson, che ha lavorato a Duma. "Sono stati inviati due gruppi. Mi sono unito al primo, poco dopo che era stato schierato a Duma. Le conclusioni del rapporto finale erano in contraddizione o erano completamente opposte a quanto scoperto dal gruppo durante e dopo il viaggio a Duma. Quando abbiamo pubblicato il rapporto intermedio nel luglio 2018, abbiamo capito che avevamo seri dubbi sul fatto che si fosse verificato un simile attacco chimico", ha affermato l'esperto dell'organizzazione. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..