MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: viceministro Sereni ad "Avvenire", pessimismo su percorso negoziale
 
 
Roma, 06 dic 2019 08:27 - (Agenzia Nova) - E' appena rientrata da una missione in Medio Oriente, la viceministro degli Esteri Marina Sereni, e, con franchezza, prova a fare spazio tra i problemi che da anni bloccano la regione per spostare il ragionamento su quello che "intanto" si può fare. Il suo viaggio è iniziato da Ramallah in Cisgiordania - dove ha aperto il Joint Business Forum: summit italo-palestinese che punta a rafforzare la partnership economica tra i due Paesi - e si è concluso a Gerusalemme. Il premier palestinese Mohammed Shtayyeh ha chiesto che l'Italia riconosca la Palestina come Stato. "Sì - dice Sereni in una intervista ad "Avvenire" -. E noi abbiamo ribadito la nostra posizione: non siamo contrari al riconoscimento dello Stato palestinese, ma pensiamo che questa carta vada giocata sul tavolo del negoziato. Shtayyeh ha però impostato il suo discorso soprattutto sulle prospettive economiche. Mi è sembrato particolarmente ricettivo su un punto: creare ricchezza e lavoro può essere la chiave per far ripartire il processo di pace, dentro l'orizzonte dei 'Due Stati'". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..