MYANMAR
Mostra l'articolo per intero...
 
Myanmar: rohingya accusano il Giappone di negare genocidio
 
 
Tokyo, 20 gen 05:14 - (Agenzia Nova) - I gruppi di sostegno dei diritti dei rohingya con sede in Giappone hanno accusato Tokyo di prendere posizione a fianco del governo del Myanmar, negando che Naypyidaw sia responsabile di un genocidio ai danni di quella minoranza musulmana. “Oggi il Giappone non sta cooperando né sostenendo l’azione delle Nazioni Unite nei confronti del Myanmar”, ha dichiarato Zaw Min Htut, vicepresidente della Burmese Rohingya Association con sede in Giappone. Il governo giapponese è stato contestato a seguito delle dichiarazioni dell’ambasciatore giapponese a Myanmar, Ichiro Muraya, che il mese scorso, intervistato dal quotidiano “The Irrawaddy”, ha negato che in quel paese sia stato commesso un genocidio, e che la sanguinosa campagna delle Forze armate birmane nello Stato di Rakhine, dalla seconda metà del 2017, non sia stata mossa da alcun intento di pulizia etnica. Zaw Min Htut ha sollecitato Tokyo a “non credere alle bugie” delle Forze armate del Myanmar, e a sostenere gli sforzi della comunità internazionale per garantire giustizia per i crimini commessi contro il suo popolo. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..