SICUREZZA
 
Sicurezza: Gubitosi (Tim), sistemi sicurezza cyber devono essere autoctoni
 
 
Roma, 10 dic 2019 19:31 - (Agenzia Nova) - I sistemi di sicurezza informatica devono essere necessariamente autoctoni: quelli stranieri non potranno mai essere completamente sicuri. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di Tim, Luigi Gubitosi, intervenuto oggi alla presentazione del libro “Assedio all’Occidente: leader, strategie e pericoli della seconda Guerra Fredda” di Maurizio Molinari, organizzata nella sede della Luiss a Roma. “Dobbiamo continuare a lavorare per rafforzare non solo il 5G, ma tutti gli aspetti che vanno a costituire la difesa nazionale dal punto di vista informatico”, ha detto Gubitosi, sottolineando soprattutto la necessità di andare ad aggiornare o sostituire i sistemi informatici e le apparecchiature ormai obsolete, e di conseguenza più soggette ad attacchi cyber. Nel suo intervento, l’amministratore delegato di Tim ha ribadito quanto la collaborazione tra Stato e aziende sia cruciale per lo sviluppo delle nuove tecnologie e dell’intelligenza artificiale, che “deve essere favorita dallo Stato”. Parlando dell’Italia, e sottolineando la necessità per il paese di “non rimanere indietro nel campo dell’intelligenza artificiale”, Gubitosi ha anche ribadito l’importanza della dimensione economica. “La corsa alla tecnologia, come quella agli armamenti, regge finché reggono le economie: la capacità di paesi come Stati Uniti o Cina di far fronte alle nuove minacce dipende da quanto saranno abili a sostenere l’economia nazionale”, ha concluso. (Ems)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..