CRAXI
 
Craxi: la figlia Stefania, l'Italia si è fatta sfilare la Libia dalle mani e oggi è subalterna nel mondo
 
 
Hammamet, 17 gen 17:22 - (Agenzia Nova) - L'Italia si è fatta sfilare dalle mani la Libia, non ha più voce in capitolo sulla crisi di un paese che è strategico per i suoi interessi e non è più ascoltata in Europa e sulla scenario internazionale. E' Stefania Craxi che parla nel giardino di un albergo di fronte al mare di Hammamet nel primo giorno delle cerimonie per il ventesimo anniversario della morte di Berttino Craxi. A meno di 400 chilometri da qui in linea d'aria c'è, appunto, la Libia e la domanda viene naturale. Che cosa avrebbe potuto fare Craxi. "Il confronto tra il governo di oggi e quello che è stato guidato da mio padre è impietoso", risponde la senatrice che con la sua Fondazione ha organizzato la tre giorni di Hammamet. "Semplicemente non ci saremmo fatti sfilare la Libia dalle mani e avremmo difeso il ruolo dell'Italia nel Mediterraneo. Come nel resto del mondo dove, ormai siamo subalterni ad altri paesi anche meno importanti del nostro". Stefania Craxi che, tra meno di un'ora sarà ricevuta con una delegazione dei partecipanti alle cerimonie, dal sindaco di Hammamet ha accolto le centinaia di persone arrivate oggi - e altre ne arriveranno domani - nella cittadina a Sud di Tunisi dove, il 19 gennaio del 2000 morì il leader socialista. L'omaggio alla tomba di Craxi, che è sepolto nel cimitero cristiano di Hammamet, domenica prossima, sarà il culmine delle celebrazioni del ventennale della sua scomparsa. (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..