ENERGIA
 
Energia: Saipem, soddisfazione per sentenza assoluzione Corte Appello Milano su caso Algeria e revoca confisca
 
 
Milano, 15 gen 17:41 - (Agenzia Nova) - Saipem esprime soddisfazione per l'odierna decisione della Corte di Appello di Milano che oggi ha revocato la confisca di 197 milioni di euro a carico di Saipem nel processo di secondo grado sulla presunta maxitangente algerina. Lo riferisce un comunicato stampa di Saipem. “Nel procedimento di secondo grado relativo a fatti di reato asseritamente commessi in Algeria fino al marzo 2010 in relazione ad alcune commesse completate da tempo”, si legge nella nota di Saipem, "la Corte di Appello di Milano ha pronunciato la sentenza con la quale ha accolto integralmente l'appello di Saipem Spa e delle persone fisiche imputate (tra le quali alcuni ex manager della società che hanno tutti lasciato la stessa tra il 2008 e il 2012), dichiarando l'insussistenza dell'illecito amministrativo in capo a Saipem Spa perché il fatto non sussiste, revocando la confisca del presunto prezzo del reato che era stata pronunciata in primo grado dal Tribunale di Milano". Nella nota, Saipem ricorda che il Tribunale di Milano in primo grado aveva inoltre condannato la società al pagamento della sanzione pecuniaria di 400.000 euro, "in quanto asserita responsabile dell'illecito amministrativo con riferimento al reato di corruzione internazionale, disponendo anche la confisca, quale asserito profitto del reato, della somma complessiva di circa 197 milioni di euro nei confronti di tutte le persone fisiche condannate (e tra questi di alcuni ex manager della società) e la confisca della somma complessiva di circa 197 milioni di euro nei confronti di Saipem". La seconda Corte d'Appello di Milano ha confermato inoltre anche l'assoluzione l'ex amministratore delegato di Eni, e attuale presidente del Milan, Paolo Scaroni. Contattato telefonicamente da "Agenzia Nova", il legale di Saipem, Enrico Giarda, ha dichiarato: “Negli ultimi sette anni siamo stati impegnatissimi in questo processo per dimostrare la nostra innocenza e oggi è stato acclarato che non ci sono episodi corruttivi riguardanti Saipem nelle commesse algerine”.

(Rem)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..