TURCHIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Turchia: Erdogan, se disputa su F-35 continua “volgeremo lo sguardo altrove” (3)
 
 
Ankara, 19 nov 2019 15:48 - (Agenzia Nova) - Il 17 ottobre il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha raggiunto un accordo con il vicepresidente statunitense Mike Pence per sospendere l'offensiva in cambio del ritiro delle Ypg a 30 chilometri dal confine nel giro di 120 ore. Cinque giorni dopo, alla scadenza dell'ultimatum, Erdogan ha firmato una nuova intesa a Sochi, questa volta con l'omologo russo Vladimir Putin, per la gestione della sicurezza nell'area. L'accordo ha esteso l'ultimatum per il ritiro di uomini e mezzi delle Ypg dalla "zona di sicurezza" e ha portato all'avvio di pattugliamenti congiunti tra l'esercito turco e la polizia militare russa in un'area profonda 10 chilometri all'interno del territorio siriano, con l'esclusione della città di Qamishli. L'intesa di Sochi ha dato il via anche a pattugliamenti congiunti tra la polizia militare russa e l'Esercito arabo siriano nella fascia della zona di sicurezza che si estende per i restanti 20 chilometri. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..