MALESIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Malesia: i nuovi parlamentari giurano, breve protesta dell’opposizione (6)
 
 
Kuala Lumpur, 16 lug 2018 05:59 - (Agenzia Nova) - Il debito pubblico e lo scandalo relativo al fondo sovrano malese non sono le sole ragioni del nervosismo degli investitori internazionali: durante la campagna elettorale, il premier Mahathir Mohamad – allora capo dell’opposizione – ha promesso di abrogare la tassa sui beni e i servizi introdotta dal precedente governo, che costituisce una fonte di entrate fondamentale per lo Stato malese. Il ministero delle Finanze ha confermato questa settimana che la tassa del 6 per cento verrà abolita a partire dal 1° giugno, e tale annuncio non ha fatto che aggravare i timori in merito all’equilibrio delle finanze pubbliche della Malesia. Il nuovo governo non ha ancora fornito dettagli esaustivi riguardo le fonti di entrata alternative che andrebbero a finanziare questa operazione. Secondo Moody’s, l’abrogazione della tassa comporterà quest’anno un calo delle entrate dello Stato nell’ordine dell’1,9 per cento del Pil. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..