SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: Osservatorio diritti umani, 25 civili morti in raid su Raqqa (2)
 
 
Damasco, 22 giu 2016 11:40 - (Agenzia Nova) - La campagna delle Sdf per la liberazione di Raqqa doveva iniziare già alcuni mesi fa, ma è stata ritardata dall’ostruzionismo della Turchia che si è sempre opposta al coinvolgimento delle Ypg curde (braccio armato del Partito democratico siriano Pyd) nella lotta all’Is. Dopo varie consultazioni e il fallimento degli accordi tra Ankara e Washington sull’addestramento dei ribelli moderati siriani, però gli Stati Uniti hanno deciso di dare il via libera all’operazione delle Sdf anche senza l’appoggio turco. Il generale Joseph Votel, capo del Comando centrale degli Stati Uniti (Centcom), si sarebbe recato ad Ankara pochi giorni prima dell'inizio dell'operazione proprio per annunciare la decisione statunitense alle autorità turche. Raqqa è la prima città in cui lo Stato islamico ha istituito una sua amministrazione “autonoma” dopo l’avanzata in Siria ed è stata infatti subito proclamata capitale del califfato: la sua liberazione sarebbe quindi una delle maggiori sconfitte sul terreno per il gruppo jihadista. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..