LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: portavoce di Haftar lancia accuse al governo di Tripoli e all'Italia che lo sostiene
 
 
Il Cairo, 12 nov 2016 09:15 - (Agenzia Nova) - Le autorità libiche della Cirenaica accusano l'Italia di aver commesso "un grossolano errore" sostenendo il governo di accordo nazionale (Gna) di Tripoli, al cui interno opererebbero gruppi terroristici. Lo ha afferma il portavoce dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), colonnello Ahmed al Mismari, in un'intervista esclusiva concessa ad "Agenzia Nova" durante la sua recente visita al Cairo. "Ci aspettavamo che l'Italia intervenisse come un vero e proprio mediatore per porre fine alla situazione di stallo politico, invece ha scelto di essere condiscendente verso i gruppi terroristici dell'ovest", spiega al Mismari, fedelissimo del generale "rinnegato" Khalifa Haftar, comandante dell'Lna recentemente promosso "maresciallo di campo" dalla Camera dei rappresentanti di Tobruk, il parlamento libico riconosciuto dalla comunità internazionale. "Saremmo stati felici - aggiunge il portavoce di Haftar - di vedere dall'Italia un ruolo di primo piano nella riabilitazione della Libia dopo la rivoluzione sostenuta dalla Nato che ha distrutto il paese". (segue) (Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..