TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: governo approva nuove misure economiche a favore famiglie bisognose e giovani dopo settimana di proteste (2)
 
 
Tunisi, 14 gen 2018 12:31 - (Agenzia Nova) - L’aumento dell’Iva dell’1 per cento, il comportamento speculatorio di alcuni esercenti, la mancanza di adeguate politiche di controllo dei prezzi, le strumentalizzazioni politiche in vista delle elezioni amministrative di primavera, la diffusione delle “fake news” su internet, la scarsa comunicazione del governo e la rabbia dei giovani disoccupati disillusi dalla primavera araba hanno creato un “mix” esplosivo nel paese rivierasco. Il paese nordafricano è stato scosso nell’ultima settimana da una nuova un'ondata di proteste contro la povertà e la disoccupazione, durante le quali una persone è morta mentre oltre 800 sono state arrestate. Dopo alcuni giorni di calma, questa notte alcuni dimostranti hanno bloccato con barricate e pneumatici incendiati l’arteria principale di Medenine, principale città del sud est della Tunisia. Secondo quanto riferiscono i media tunisini la polizia ha disperso i manifestanti con gas lacrimogeni. A scatenare le proteste iniziate il 7 gennaio è stata in particolare la nuova legge finanziaria che ha imposto aumenti delle tasse dopo una serie di aumenti dei prezzi che hanno colpito il paese nel 2017. Ieri il portavoce del ministero dell'Interno, Khalifa Chibani, ha dichiarato che è salito a 803 il numero di persone arrestate e sospettate di aver partecipato a violenze, furti e saccheggi durante le manifestazioni di questa settimana. Il funzionario ha inoltre riferito che 97 membri delle forze di sicurezza sono stati feriti. (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..