ALBANIA
 
Albania: questione Gerusalemme, presidente Meta critica voto di Tirana all'Onu
 
 
Tirana, 22 dic 2017 12:04 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Repubblica albanese Ilir Meta ha criticato il voto di ieri dell'Albania all'assemblea generale delle Nazioni Unite a favore della risoluzione presentata da Yemen e Turchia che condanna il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele da parte dell'amministrazione degli Stati Uniti. "Il presidente della Repubblica ritiene che questa posizione e questo voto, del tutto inutile, non riflette una posizione dello Stato e tanto meno una posizione e un consenso a livello nazionale", ha dichiarato Tedi Blushi, portavoce di Meta, precisando che "il capo dello Stato non è stato anticipatamente consultato e informato sulla posizione che sarebbe stata mantenuta su questa importante questione, non solo per la politica estera dell'Albania, ma per l'intera nazione albanese".

"Il presidente ribadisce che non bisogna dimenticare che gli Stati Uniti rimangono l'alleato e il partner strategico più importante, perciò simili posizioni e decisioni devono essere ben coordinate. Il popolo e la nazione albanese non dimenticheranno mai e sono grati alle decisioni storiche degli Stati uniti, relative all'esistenza della nazione albanese ed il futuro euro-atlantico dell'Albania e del Kosovo", sottolinea la dichiarazione del portavoce. Da parte sua il ministero albanese per l’Europa e gli Affari esteri ha spiegato invece che "il nostro voto riflette una immutata posizione su questa questione. L'Albania si è attenuta al consenso internazionale su Gerusalemme, basato su un considerevole numero di documenti dell'Onu, incluse differenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza, e si è unita alla comune posizione della stragrande maggioranza dei paesi dell'Unione europea, rimanendo coerente al suo allineamento con la politica estera dell'Unione europea", precisa la dichiarazione del ministero albanese.

Critiche sul voto dell'Albania sono giunte anche dall'opposizione. Per il leader del centrodestra albanese Lulzim Basha "in 27 anni di democrazia, sulle questioni relative al Medio oriente, la posizione dell'Albania è sempre stata sulla stessa linea della politica statunitense. È la prima volta che l'Albania cambia posizione. A mio parere personale è stata una scelta sbagliata", ha detto il leader del centrodestra in un'intervista all'emittente televisiva albanese "Klan Tv". "Dobbiamo tenere presente che l'interesse nazionale dell'Albania e degli albanesi sono stati storicamente sostenuti da un solo partner strategico, cioè gli Stati Uniti. D'altra parte – ha aggiunto Basha – l'Albania ha anche un interesse strategico, che è quello dell'adesione all'Unione europea. Ma dal momento che Bruxelles non ha condizionato il voto su questa questione, non c'era alcuna ragione per cambiare la nostra posizione e non affiancarci agli Stati uniti. Non per entrare nel merito del caso, ma solo per il nostro interesse nazionale", ha precisato Basha. (Alt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..