MOLDOVA
Mostra l'articolo per intero...
 
Moldova: inviato Osce Frattini a "Nova", possibile accordo politico su conflitto Transnistria a negoziati "5+2" di Roma (4)
 
 
Roma, 04 apr 2018 17:28 - (Agenzia Nova) - Una delle criticità emerse, rispetto al contesto dei negoziati nelle ultime settimana e già rilevata sia dalla Commissione di Venezia che dal Consiglio Affari esteri Ue, sarebbe la mancanza di “trasparenza” della nuova legge elettorale moldava che non garantisce, secondo gli organismi europei, la governabilità nel paese e sui cui gli addetti ai lavori hanno rivolto l’attenzione come possibile ostacolo al raggiungimento di un accordo per la risoluzione del conflitto in Transnistria. Su questo aspetto, Frattini ha chiarito di avere ricevuto nel corso della visita nel paese diverse rassicurazioni in merito, ovvero che certe logiche di propaganda politica non sortiranno effetti sui negoziati. “Ho fatto un ragionamento con tutti i miei interlocutori segnalando la necessità di non politicizzare questa materia della campagna elettorale. Tutti mi hanno rassicurato che, malgrado la campagna elettorale, i negoziati andranno avanti. La mia ipotesi di un incontro in formato 5+2 a maggio vuole mettere in sicurezza una serie di obiettivi prima che la campagna elettorale entri nel vivo, quindi è evidente che se noi riuscissimo a siglare dal punto di vista politico le proposte, su cui stanno lavorando i gruppi tecnici in queste settimane, noi avremmo ‘portato a casa’ entro la primavera la completa attuazione del protocollo di Vienna”, ha affermato Frattini auspicando dunque un accordo già a maggio in modo da anticipare l’esito delle elezioni parlamentari in programma a Chisinau alla fine del 2018. (segue) (Gad)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..