LIBIA

 
 

Libia: oggi a Berlino riunione preparatoria conferenza internazionale

Berlino, 10 dic 2019 15:53 - (Agenzia Nova) - Berlino ospita oggi una delle riunioni che periodicamente hanno luogo presso la Cancelleria federale per preparare la conferenza delle Nazioni Unite sulla Libia, organizzata dalla Germania e prevista nei prossimi mesi nella capitale tedesca. Come confermato ad "Agenzia Nova" dal rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite in Libia, Ghassan Salamé, le parti coinvolte nelle riunioni preliminari dovranno concordare una posizione comune prima di rendere nota la data ufficiale della conferenza. Dallo scorso 4 aprile in Libia è in corso un conflitto armato che coinvolge da una parte il generale Khalifa Haftar, comandante dell’autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna), e dall’altra il Governo di accordo nazionale (Gna) del premier Fayez al Sarraj, riconosciuto dalla Comunità internazionale.

L’offensiva dell’Lna è scattata proprio mentre sembrava che i due leader libici fossero vicini ad un accordo, dopo gli incontri internazionali di Parigi, Palermo e Abu Dhabi. La conferenza di Berlino si pone in continuità coi precedenti incontri, con l'obiettivo di trovare una soluzione politica alla crisi nel paese nordafricano. La conferenza dovrebbe tenersi a Berlino a gennaio nel formato P5+5, ovvero i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti) più Emirati, Egitto, Turchia (i tre paesi non occidentali più impegnati nel conflitto) oltre all'Italia e ovviamente alla Germania (quest’ultimo attualmente membro non permanente del Consiglio di sicurezza).

Intanto l'avanzata delle forze di Haftar verso Tripoli sembra aver registrato progressi significativi. Il ministero dell'Interno del Gna ha emesso "lo stato di allerta" ai massimi livelli di preparazione per la sicurezza nella capitale, Tripoli, dopo aver denunciato un complotto per attaccare Tripoli. Il ministero ha affermato che l'allarme sicurezza arriva in attuazione del piano della forza di intervento rapido del ministero, sottolineando che queste misure mirano a stabilire la sicurezza e mantenere la stabilità all'interno della capitale, Tripoli. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE