DIFESA
 
Difesa: Amazon accusa Trump di “pressione impropria” su contratto Jedi
 
 
Washington, 09 dic 2019 23:32 - (Agenzia Nova) - Amazon ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha esercitato una "pressione impropria" sul Pentagono per impedire alla compagnia di Jeffrey Bezos di ottenere un contratto di cloud computing da 10 miliardi di dollari. Il colosso statunitense afferma che il presidente "ha lanciato ripetuti attacchi pubblici e dietro le quinte" sul contratto e la società per evitare che venisse affidato ad Amazon e al suo amministratore delegato Bezos, che è anche proprietario del quotidiano “Washington Post”, uno dei nemici giurati del tycoon. In sostanza il contratto per il progetto, noto come Joint Enterprise Defence Infrastructure, o Jedi, che ha visto contrapposti i principali giganti tecnologici, sarebbe andato a Microsoft per colpa di Trump che, per mesi, ha attaccato privatamente e pubblicamente Amazon e il suo ad. Ad ottobre il Pentagono ha deciso di affidare i propri servizi cloud a Microsoft dopo mesi di polemiche e di proteste per il processo di aggiudicazione, che aveva attirato l'attenzione del presidente Donald Trump. Amazon per molto tempo è stata infatti considerata la favorita. La tecnologia al centro del Jedi Cloud è particolarmente cruciale per la difesa degli Stati Uniti poiché sarà usata a supporto delle forze armate statunitensi, sia entro i confini che in tutte le operazioni a livello internazionale. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..