TERRORISMO
Mostra l'articolo per intero...
 
Terrorismo: Gentiloni, contro queste minacce abbiamo bisogno di un'Europa unita e coesa (2)
 
 
Bruxelles, 16 nov 2015 10:52 - (Agenzia Nova) - Parlando della coalizione anti-Daesh (acronimo arabo dello Stato islamico), Gentiloni ha ricordato che l'Italia è il paese che "coordina l'addestramento" delle "uniche forze che combattono sul terreno", ovvero i Peshmerga curdi, insieme all'esercito regolare iracheno. "Bisogna fare di più", ha aggiunto Gentiloni, secondo cui "il paradosso è che proprio nei giorni di questa infame strage parigina ci sono stati risultati interessanti sul piano militare" anzitutto in Iraq. Anche in Siria "la pressione sul terreno verso Raqqa sta crescendo". Gentiloni ha ricordato che "noi italiani abbiamo sempre sostenuto che per quanto riguarda questa drammatica crisi siriana la soluzione vera non può che essere il processo diplomatico, quello che abbiamo cercato di avviare quindici giorni fa e di riprendere anche sabato scorso a Vienna, e che mi pare anche gli incontri del G20 ad Antalya (in Turchia) stiano cercando di consolidare". Secondo Gentiloni, infatti, "si esce da questa crisi che dura ormai da cinque anni con un processo politico che porti all'uscita di Bashar al Assad senza però creare un vuoto che sarebbe riempito dal terrorismo". (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..