STATI UNITI-GERMANIA
 
Stati Uniti-Germania: ambasciatore Grenell, “sanzioni del tutto possibili” per imprese che partecipano a costruzione Nord Stream 2
 
 
Berlino, 07 gen 2019 09:06 - (Agenzia Nova) - Le imprese che partecipano alla realizzazione del gasdotto Nord Stream 2, tra cui l'italiana Saipem, sono “sempre in pericolo, perché le sanzioni” degli Stati Uniti nei loro confronti sono “del tutto possibili”. È quanto affermato dall'ambasciatore degli Usa in Germania, Richard Grenell, durante un'intervista al quotidiano tedesco “Handelsblatt”. Al contempo, Grenell si è detto “convinto le aziende tedesche si ritireranno dal progetto per il Nord Stream 2”, il gasdotto che collegherà Russia e Germania attraverso il Mar Baltico, prima di eventuali sanzioni da parte degli Stati Uniti. Secondo fonti del governo tedesco interpellate da “Handelsblatt”, gli Stati Uniti “stanno prendendo di mira soprattutto le società di costruzioni altamente specializzate, impegnate nella posa delle condotte” del Nord Stream 2 sul fondale del Baltico. Tra queste imprese vi sarebbero “il gruppo Allseas, con sede a Chatel-Saint-Denis, in Svizzera, e la società italiana Saipem”. Tuttavia, l'azienda di San Donato Milanese “ha già svolto la sua parte dei lavori” per il Nord Stream 2. Pertanto, nota “Handelsblatt”, la minaccia di sanzioni degli Usa nei confronti di Saipem risulta “incomprensibile”. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..