GERMANIA
 
Germania: vertici Cdu e Csu discutono oggi conseguenze svolta a sinistra SpD
 
 
Berlino, 09 dic 2019 08:42 - (Agenzia Nova) - In due distinti incontri rispettivamente a Berlino e a Monaco di Baviera, i vertici dell'Unione cristiano-democratica (Cdu) e dell'Unione cristiano-sociale (Csu) discuteranno oggi della svolta a sinistra impressa al Partito socialdemocratico tedesco (SpD), alleato nella Grande coalizione al governo in Germania dal 14 marzo 2018, dall'elezione a copresidenti di Norbert Walter-Borjans e Saskia Esken. Come riferito dal quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, Cdu e Csu hanno immediatamente respinto le richieste avanzate dalla SpD al congresso annuale che ha tenuto a Berlino dal 6 all'8 dicembre scorso, al cui avvio Esken e Walter-Borjans sono stati eletti copresidenti del partito. In particolare, si tratta della ripresa della riscossione dell'imposta patrimoniale e del superamento del “freno al debito”. Disciplinato dall'art. 115 della Costituzione tedesca, introdotto nel 2009, il “freno al debito” prevede che le entrate e le uscite debbano, di norma, essere portate in pareggio senza ricorrere al prestito. Tale principio è rispettato se le entrate da prestiti non superano la soglia dello 0,35 per cento del Pil. A ogni modo, i vertici di Cdu e Csu si sono detti “fiduciosi circa la prosecuzione della Grande coalizione”. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..