BOLIVIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bolivia: difensore civico esorta a indagare su morti e feriti dopo le proteste (2)
 
 
La Paz, 16 nov 2019 12:33 - (Agenzia Nova) - La crisi in Bolivia, iniziata dopo le controverse elezioni dello scorso 20 ottobre, ha visto un'accelerazione dopo le dimissioni dell'ex presidente Evo Morales, arrivate domenica su pressione delle forze armate. Evo Morales ha presentato le proprie dimissioni dalla presidenza della Bolivia alle 16.50 di domenica, 10 novembre, poco prima delle dieci di sera in Italia. Conosciuto il rapporto dei tecnici dell'Osa, che denunciava "vizi" nelle procedure di voto e di scrutinio delle elezioni del 20 ottobre, Morales annunciava il rinnovo delle autorità elettorali (Tribunale supremo elettorale, Tse) e proclamava nuove elezioni generali. Un duplice annuncio che non è bastato a interrompere la protesta in corso nel paese. Poco dopo sarebbe stato il Capo di Stato Maggiore delle Forze armate, il generale Williams Kaliman, a caldeggiare l'abbandono di Morales: "Dopo aver analizzato la situazione di conflitto interno, chiediamo al Presidente di dimettersi per permettere la pacificazione e mantenere la stabilità, per il bene della nostra Bolivia", ha detto in un messaggio rilanciato dai media locali. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..