DIFESA
Mostra l'articolo per intero...
 
Difesa: M5s su F-35, sovranisti che difendono interessi Lockheed danno numeri
 
 
Roma, 19 nov 2019 20:04 - (Agenzia Nova) - I senatori del Movimento cinque stelle della commissione Difesa osservano che "la Lega, con la sua mozione bocciata alla Camera, ha provato a vincolare il governo all'acquisto di 90 cacciabombardieri F-35, tirando fuori anche la vecchia bufala dei 250 aerei da rimpiazzare. Ai sovranisti che danno i numeri e che, invece di difendere l'interesse nazionale, difendono quello di multinazionali come Arcelor Mittal o Lockheed Martin - affermano in una nota -, ricordiamo che quando il ministro della Difesa Di Paola all'inizio del 2012 stabilì la famosa quota di 90 aerei, quelli che si prevedeva di dover rimpiazzare nell'arco di 15 anni (2012-2027) erano 135 (50 Amx, 71 Tornado e 14 Av-8b)". I senatori M5s, quindi, commentando la contro-mozione di maggioranza approvata a Montecitorio, proseguono: "Riteniamo un diritto e un dovere dei rappresentanti dei cittadini valutare con attenzione le future fasi del programma, tenendo conto dell'aumento dei costi, dell'evoluzione delle tecnologie, delle ricadute industriali e occupazionali e delle reali esigenze operative delle nostre forze aeree. Tolti i 14 AV8-B della Marina imbarcati sulla portaerei Cavour, che vanno per forza rimpiazzati con altrettanti F-35B perché non ci sono altri aerei simili sul mercato, potremmo ad esempio considerare alternative più affidabili ed economiche per rimpiazzare gli Amx, valutando ad esempio la loro evoluzione già prodotta dalla nostra industria nazionale". (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..