TERRORISMO
Mostra l'articolo per intero...
 
Terrorismo: inviato Usa a "La Stampa", i mercenari russi mettono a rischio la sicurezza in Libia
 
 
Roma, 04 dic 2019 09:25 - (Agenzia Nova) - David Schenker è assistente del segretario di Stato Usa per gli affari nel Vicino Oriente e alla vigilia della Quinta Edizione della Conferenza Med — Mediterranean Dialogues, dove ci sarà una delegazione statunitense - ragiona in una intervista a "La Stampa" sui nodi aperti nello scacchiere regionale. Parte dalla Libia, definendo la posizione di Washington. "Gli Usa sono preoccupati per quello che sta accadendo in Libia, dal punto di vista diplomatico stiamo procedendo con una serie di iniziative in vista della conferenza di Berlino e sosteniamo gli sforzi dell'inviato Onu, Ghassan Salamé. Parliamo inoltre con tutte le parti in campo, dal Gna di Sarraj all'Esercito di Haftar. Siamo davanti a un conflitto regionale, una guerra per procura. L'elemento di maggiore preoccupazione per noi è stato l'aumento del numero dei mercenari russi e guardiamo con attenzione anche il recente accordo tra Gna e Turchia. Chiediamo a tutte le parti di evitare azioni che possano acuire le tensioni nel Mediterraneo orientale, o il rischio è un'ulteriore regionalizzazione del conflitto". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..