SIRIA
 
Siria: raid aerei su posizioni iraniane nell'est, "cinque combattenti stranieri uccisi"
 
 
Damasco, 08 dic 2019 18:58 - (Agenzia Nova) - Almeno cinque combattenti stranieri sono rimasti uccisi nell'est della Siria da raid aerei di cui non si conosce la provenienza. Lo afferma l'Osservatorio siriano per i diritti umani, gruppo di attivisti dell'opposizione con sede a Londra ma con una rete di fonti sul terreno. Gli attacchi avrebbero colpito "posizioni delle forze iraniane e delle milizie alleate" nei pressi di Albumakal, città che si trova alla frontiera con l'Iraq, nella provincia di Deir ez-Zor. Al momento non è tuttavia nota la nazionalità delle vittime. La presenza di combattenti sciiti iraniani e iracheni nell'area era stata tuttavia già appurata in passato. Sempre secondo l'Osservatorio, nella stessa zona lo scorso settembre simili raid aerei avevano ucciso dieci combattenti iracheni. Un'altra ondata di attacchi lungo il confine tra Siria e Iraq era avvenuta nel giugno del 2018, con la morte di almeno 55 miliziani filo-iraniani (per lo più siriani e iracheni). All'epoca una fonte statunitense aveva attribuito la responsabilità a Israele, il cui governo non ha mai commentato l'accusa. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..