ROMANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Romania: al via il primo gennaio presidenza di turno Consiglio Ue, governo scommette su rilancio progetto europeo (5)
 
 
Bucarest, 26 dic 2018 11:00 - (Agenzia Nova) - Azioni che hanno prodotto un botta e risposta tra il governo romeno e gli organi esecutivi e legislativi di Bruxelles, culminato il 13 novembre con l’approvazione dell’Europarlamento di Strasburgo della risoluzione sullo stato di diritto in Romania. Nel testo si è espressa “preoccupazione” sulla riforma giudiziaria e denunciato "l'intervento violento e sproporzionato delle forze dell'ordine" alle proteste del 10 agosto a Bucarest. Nella risoluzione sono state inoltre evidenziate preoccupazioni soprattutto sul livello d'indipendenza della giustizia, sulla capacità di contrastare efficacemente la corruzione e sul rischio d'indebolimento dello stato di diritto. Lotta alla corruzione promessa dal governo romeno, nonostante alcuni esponenti del principale partito di maggioranza, Psd, siano rimasti coinvolti in procedimenti giudiziari, spesso con l’accusa di abuso di ufficio o finanche di corruzione. Caso emblematico quello del leader socialdemocratico e presidente della Camera dei deputati di Bucarest, Liviu Dragnea, condannato in primo grado a tre anni e sei mesi di carcere per istigazione all'abuso d'ufficio. (segue) (Rob)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..