SINGAPORE
Mostra l'articolo per intero...
 
Singapore: esportazioni in calo del 15,9 per cento a maggio (3)
 
 
Singapore, 17 giu 2019 05:27 - (Agenzia Nova) - Gli Stati Uniti hanno aggiunto Singapore, Malesia e Vietnam alla lista dei potenziali manipolatori della valuta, aumentando così la preoccupazione delle aziende che hanno deciso di spostare la produzione dalla Cina al Sud-est Asiatico per evitare i dazi statunitensi ai danni delle esportazioni cinesi. L’inclusione sulla lista dei paesi “attenzionati” dal dipartimento del Tesoro Usa non comporta alcun tipo di sanzione, ma intensifica le pressioni politiche e diplomatiche a carico dei paesi interessati, già sollecitati da Washington ad importare un maggior quantitativo di merce Usa. Singapore sconta già un deficit della bilancia commerciale nei confronti degli Stati Uniti, ma il suo inserimento nella lista dei potenziali manipolatori della valuta è legato agli interventi della città-Stato sui tassi di cambio, con un acquisto netto di valuta estera equivalente al 4,6 per cento del suo prodotto interno lordo nel solo 2018: ben oltre la soglia limite del 2 per cento fissata dal dipartimento di Stato. (segue) (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..