Esteri
Mostra l'articolo per intero...
 
I fatti del giorno – Asia (4)
 
 
Roma, 06 dic 2019 12:00 - (Agenzia Nova) - Corea del Nord-Usa: Pyongyang minaccia ritorno a guerra verbale - La Corea del Nord ha minacciato di tornare a riferirsi al presidente Usa Donald Trump come ad un “vecchiardo”, sollevando la prospettiva di un ritorno allo stato di tensione e ostilità verbali che aveva preceduto il dialogo tra i leader dei due paesi. Nelle scorse settimana il regime nordcoreano ha ribadito in più occasioni che Washington ha tempo sino alla fine del 2019 per formulare concessioni concrete tese a rilanciare il dialogo sulla denuclearizzazione: in caso contrario, Pyongyang sarebbe pronta a perseguire una non meglio precisata “nuova via”. Marted’ scorso Trump ha ventilato l’ipotesi di un ricorso alla forza militare, e commentando i recenti test di missili balistici a corto raggio da parte del Nord ha scherzosamente affermato: “(A Kim Jong-un) piace davvero molto lanciare razzi, vero? E’ per questo motivo che l’ho chiamato ‘uomo razzo’”. Proprio in risposta alla menzione di questo epiteto da parte del presidente Usa, il viceministro degli Esteri nordcoreano, Choe Son-hui ha avvertito che “se l’intenzione è di rispolverare espressioni risalenti ad appena due anni fa, quando attraverso l’oceano era combattuta una guerra verbale (…) ci saranno conseguenze pericolose”. Il viceministro ha aggiunto che “se una qualsiasi espressione deleteria per l’atmosfera di confronto tra le parti verrà nuovamente utilizzata in modo deliberato, e in un momento cruciale come questo, ciò dovrà essere diagnosticato come un segnale di demenza senile da parte di un vecchiardo”. (segue) (Res)
TUTTE LE NOTIZIE SU..