CROAZIA-BOSNIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Croazia-Bosnia: esponente musulmano presidenza tripartita Izetbegovic, ricorreremo a istanze internazionali contro ponte di Peljesac
 
 
Sarajevo, 12 ago 2018 11:18 - (Agenzia Nova) - La Bosnia Erzegovina intende sollevare davanti alle istanze giudiziarie internazionali la questione della legittimità della costruzione da parte della Croazia del ponte di Peljesac. Lo ha dichiarato oggi l'esponente musulmano nella presidenza tripartita bosniaca Bakir Izetbegovic, in un'intervista al portale d'informazione "Faktor". In particolare, secondo Izetbegovic, Zagabria non avrebbe diritto di costruire l'infrastruttura per collegare la città di Ragusa (Dubrovnik) al resto della costa croata senza prima trovare un accordo con la Bosnia per definire i confini marittimi tra i due paesi. Secondo l'esponente musulmano della presidenza bosniaca, è prioritario definire le modalità di accesso al mare aperto per la Bosnia Erzegovina. Il ponte di Peljesac, denuncia Izetbegovic, rappresenta un pericolo in quanto preclude l'accesso al mare aperto di Neum, l'unica città costiera bosniaca. Secondo Izetbegovic, la Croazia dovrebbe avere "un atteggiamento equilibrato" in quanto è un diritto unire il suo territorio ma d'altra parte è fondamentale "predeterminare un corridoio per l'accesso al mare aperto per la Bosnia Erzegovina in conformità con la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare". (segue) (Bos)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..