IRAQ
Mostra l'articolo per intero...
 
Iraq: esercito lancia operazione contro cellule Stato islamico a Diyala e Salah al Din (2)
 
 
Baghdad, 26 set 2018 08:40 - (Agenzia Nova) - Nello scorso mese di agosto 90 civili sono rimasti uccisi e altri 117 feriti in attacchi terroristici, violenze e conflitti armati in Iraq. È quanto emerge dai dati diffusi dalla missione di assistenza delle Nazioni Unite in Iraq (Unami), che non comprendono le forze di sicurezza in servizio attivo. In una nota, l’Unami spiega che le cifre tengono conto anche di dati non direttamente verificabili, in particolare per quanto riguarda il governatorato a maggioranza sunnita dell’Anbar, in Iraq occidentale al confine con la Siria. Dalle cifre complessive registrate dall'Unami per il mese di agosto, il numero di civili uccisi (esclusa la polizia) è di 82 persone mentre il numero di feriti (esclusa la polizia) è di 113. Baghdad è stato il governatorato più colpito, con 77 vittime civili (24 morti, 53 feriti), seguito da Ninive (29 morti e 10 feriti). Secondo le informazioni ottenute dall'Unami dalla direzione della Salute del governatorato di Anbar nella provincia sono state registrate nel periodo di riferimento un totale di 32 vittime civili (6 morti e 26 feriti). I dati sono aggiornati fino al 30 agosto luglio 2018 inclusi. I dati per il mese di agosto sono di poco superiori a quelli di luglio, pari a 79 morti e 99 feriti. (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..