LIBIA
 
Libia: missione Onu, “gruppi armati hanno commesso crimini di guerra”
 
 
Tripoli, 15 mag 2015 18:16 - (Agenzia Nova) - I gruppi armati in Libia si sono macchiati di "crimini di guerra". Questa l’accusa lanciata oggi dalla Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) guidata dall'inviato speciale Onu Bernardino Leon, incaricato di cercare una mediazione tra il Congresso nazionale di Tripoli, legato alle milizie islamiste, e le autorità di Tobruk riconosciute dalla comunità internazionale. "I gruppi armati sono responsabili di rapimenti di civili, inclusi minorenni, per via della loro origine reale o percepita, opinione, famiglia e appartenenza politica", si legge in un comunicato dell’Unsmil. “Le persone rapite - prosegue la missione Onu - sono a rischio tortura e altri maltrattamenti. Spesso viene loro negato qualsiasi contatto con le famiglie. Alcuni sono morti in carcere, probabilmente giustiziati sommariamente o torturati a morte". I rapimenti, le torture e gli omicidi, sottolinea l’Unmsil, “sono crimini di guerra”. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..