CIPRO
Mostra l'articolo per intero...
 
Cipro: portavoce governo a "Nova", presidente Anastasiades manterrà impegno per soluzione condivisa su riunificazione (9)
 
 
Roma, 25 gen 2018 17:02 - (Agenzia Nova) - La vicinanza geografica di Cipro rispetto alla Turchia ritorna negli interventi dei rappresentanti del governo di Nicosia, rappresentando uno dei tasselli dell’intricato mosaico regionale, contraddistinto da un equilibrio precario e da interessi reciproci anche a livello di espansione dell’Ue ai suoi confini orientali. Lo stesso processo di integrazione nell’Ue della Turchia è legato a doppio filo con la risoluzione della questione cipriota che, come ricorda Christdoulides, Cipro sostiene da sempre con forza. “Preferiremmo avere un paese vicino che rispetti pienamente lo stato di diritto, i diritti umani e le libertà fondamentali; un paese europeo pienamente in linea con i criteri di Copenaghen e il diritto dell'Ue – ha spiegato Christdoulides – ma purtroppo, dal 2009, quando i negoziati di adesione sono iniziati, la Turchia ha costantemente, e nonostante i ripetuti appelli, rifiutato di attuare i suoi obblighi dell'Ue come delineato nel suo quadro negoziale, compreso l'obbligo di riconoscere tutti gli Stati membri dell'Ue e di attuare il protocollo di Ankara nei confronti di tutti gli Stati membri, inclusa la Repubblica di Cipro”. Un contributo quello della Turchia verso una soluzione condivisa alla questione cipriota che darebbe nuovo slancio, secondo il portavoce del governo di Nicosia, agli stessi negoziati per l’adesione di Ankara all’Ue, ancora bloccati dal congelamento di otto capitoli negoziali da parte dell’Ue. “Speriamo sinceramente che la Turchia si renderà conto che risolvere il problema di Cipro non sarà solo a vantaggio di Cipro e della sua popolazione, ma anche a vantaggio della Turchia e dell’intera regione”, ha concluso Christdoulides. (Gad)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..