ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: ministero Esteri turco, tensioni in Mediterraneo orientale “responsabilità dell’amministrazione greco-cipriota”
 
 
Ankara, 11 feb 2018 13:16 - (Agenzia Nova) - La responsabilità per qualsiasi tensione nella Zona economica esclusiva (Zee) di Cipro è da attribuire all'amministrazione greco-cipriota dell’isola, che continua le sue attività “unilaterali” di sfruttamento degli idrocarburi nel Mediterraneo orientale. È quanto si legge in una nota diffusa oggi dal ministero degli Esteri turco. “Nonostante tutti i nostri avvertimenti, l'amministrazione greco-cipriota continua le sue attività unilaterali legate agli idrocarburi nel Mediterraneo orientale. Lo fa in spregio dei diritti inalienabili sulle risorse naturali del popolo turco-cipriota, che sono i comproprietari dell'isola”, si legge nella dichiarazione. “Di conseguenza, la responsabilità per qualsiasi tensione che potrebbe insorgere ricadrà sulla parte greco-cipriota che, invece di impegnarsi per una soluzione giusta e duratura a Cipro, continua a comportarsi come se fosse l'unica proprietaria dell'isola e a portare avanti le sue attività unilaterali legate agli idrocarburi”, prosegue la nota. (segue) (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..