TUNISIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Tunisia: premier Chahed sospeso da partito laico di governo Nidaa Tounes (4)
 
 
Tunisi, 15 set 2018 09:56 - (Agenzia Nova) - La classe politica tunisina ha cercato di uscire dallo stallo proponendo a giugno il cosiddetto “secondo patto di Cartagine”, un lungo documento di 74 punti (nel primo accordo di Cartagine erano solo 13 punti) sul quale c’era accordo su tutto, tranne una questione: la permanenza di Chahed alla guida del governo. Da una parte le fazioni di Nidaa fedeli al figlio di Essebsi, i sindacati e altri partiti minori chiedevano la rimozione del premier. Dall’altra Ennahda, gli imprenditori e altre correnti di Nidaa Tounes si schieravano a difesa di Chahed. “Alla fine questa guerra interna a Nidaa è diventata una guerra fra istituzioni e tra palazzi del potere. Ci sono moltissime divisioni di stampo quasi bizantino”, ha detto Ben Farhat, il cui giudizio su Hafeth Caid Essebsi è severo. “Non è amato dalla gente, non ha carisma ed è un elemento di divisione. Con lui il partito si è indebolito. Inoltre Nidaa non è ancora andato a elezioni interne. La direzione del partito non è stata scelta dalle basi. Il partito è diviso in quattro o cinque fazioni”. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..