IMMIGRAZIONE
 
Immigrazione: Consiglio Ue, via libera a controlli alle frontiere esterne anche per cittadini Ue
 
 
Bruxelles, 07 mar 2017 11:56 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio Ue ha adottato una regolamentazione che modifica il codice Schengen per rafforzare i controlli mediante le banche dati alle frontiere esterne. "Potenziare i controlli alle nostre frontiere esterne – ha spiegato il ministro dell'Interno della Repubblica di Malta, Carmelo Abela – è un importante strumento per combattere la minaccia terroristica in Europa e per migliorare la sicurezza dei nostri cittadini. I controlli sistematici alle frontiere esterne ci daranno i mezzi per far fronte ai potenziarli rischi per la sicurezza interna, inclusi quelli dovuti al ritorno dei combattenti stranieri". La modifiche obbligano gli stati membri a effettuare controlli sistematici sulle banche dati alle frontiere esterne, anche nei confronti delle persone che beneficiano del diritto alla libera circolazione nell'Ue. Le banche dati con cui verranno effettuati i controlli sono il Sistema di informazione Schengen (Sis) e il data base dell'Interpol sui documenti rubati e perduti. Le regole prevedono anche che, quando verifiche sistematiche producono un impatto sproporzionato sul traffico dei flussi alle frontiere di terra o di mare, gli stati membri possano svolgere solo controlli mirati, a condizione che questo non comporti rischi alla sicurezza interna, alla politica pubblica, alle relazioni tra gli stati membri o alla salute pubblica. Il Consiglio e il Parlamento dovranno ora firmare la nuova regolamentazione. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..