ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: presidente saudita Aramco conferma ruolo cruciale petrolio e gas nei prossimi decenni (8)
 
 
Davos, 19 gen 2017 12:12 - (Agenzia Nova) - A partire dalla metà del 2014, l’Arabia Saudita, al pari di altri paesi produttori, è stata fortemente colpita dal calo dei prezzi del petrolio dovuti alla situazione di iperofferta del mercato energetico. Lo scorso 30 novembre 2016 a Vienna i paesi Opec hanno deciso di limitare la produzione petrolifera nella prima metà del 2017 a 32,5 milioni di barili al giorno, con una riduzione di 1,2 milioni di barili rispetto all’output di ottobre 2016. L’accordo prevede la possibilità di estendere tale limite anche per il secondo semestre del 2017. In un successivo incontro il 10 dicembre, sempre a Vienna, undici paesi non Opec si sono impegnati a tagliare la produzione di 562 mila barili al giorno. I paesi che hanno aderito all’accordo sono: Azerbaigian, Bahrein, Brunei, Guinea Equatoriale, Kazakhstan, Malesia, Messico, Oman, Russia, Sudan e Sud Sudan. Nel suo ultimo rapporto mensile, l’Opec ha stimato per il 2017 una domanda media di 32,1 milioni di barili al giorno, maggiore di quella del 2016, ma ancora inferiore all'obiettivo di 32,5 milioni. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..